Tag Titolo Abstract Articolo
L'iniziativa
Taranto: nasce start up pugliese per promuovere il territorio...con l'aiuto dei droni
24/07/2017 09:54:00
L'obiettivo è valorizzare le ricchezze storico archeologiche, artistiche, naturalistiche e non solo facendo da volano all'economia locale

 

TARANTO -  Partito in sordina, una Startup pugliese promuove, valorizza ed esalta le bellezze del patrimonio culturale, storico, artistico e naturalistico del territorio, proponendosi anche come volano dell’economia. Il progetto, sviluppato per il settore Cultura e Turismo, da giovani Crispianesi è realizzato su un portale web attraverso Virtual Tour con lo scopo di promuovere, valorizzare ed esaltare sia le bellezze del patrimonio culturale, storico, artistico e naturalistico del territorio, sia le eccellenze agroalimentari, enogastronomiche e imprenditoriali locali.
Uno strumento di marketing innovativo (www.daydream360.it) capace di coinvolgere ed emozionare l’utente che usufruisce di tale esperienza, pensato e realizzato da una Azienda di giovani talenti di Crispiano chiamata Volare Alto (www.volarealtosrls.it): "Abbiamo voluto raccontare questa bella iniziativa anche con la voce del protagonista di Volare Alto srls, Michele De Cesare al quale abbiamo chiesto l'oggetto dell'idea del loro progetto e le garanzie di sicurezza dei servizi offerti. "Per garantire ai propri clienti un servizio sicuro e di qualità, ci avvaliamo di pilota e co-pilota regolarmente autorizzati all’utilizzo degli Aeromobili a Pilotaggio Remoto in possesso di copertura assicurativa, dotati di sistemi di sicurezza per la prevenzione e la tutela di oggetti e persone come: il paracadute di sicurezza ed il terminatore di volo". Abbiamo poi chiesto quali ulteriori vantaggi per l'economia del territorio possono dare i servizi che offre il loro progetto e in particolare quali vantaggi per l'agricoltura.

"I droni stanno rivoluzionando i lavori nei campi e i dati sull'occupazione" ha esordito l'amministratore. "Le nuove tecnologie come i droni stanno rivoluzionando i lavori nel campo dell'agricoltura. Molti pensano che la campagna e l’agricoltura siano all’antitesi del mondo tecnologico e dell’innovazione. La realtà invece è molto diversa. Le nuove tecnologie stanno rivoluzionando il settore dell'agricoltura e sta nascendo una nuova generazione di contadini 2.0. Lavorare i campi può essere la soluzione per i giovani del domani e non solo una battuta sull’attuale tasso di disoccupazione del nostro Paese. Nel 2015 gli studenti iscritti ad Agraria sono aumentati del 12% - Fonte Coldiretti- e tendenze positive si riscontrano per tutti gli indirizzi legati all’ambiente, all’alimentazione e al turismo. Stesso discorso anche per gli investimenti nel settore dell’agricoltura che è quello che fa segnare il maggior aumento degli occupati con un incremento record del 4,9% annuale. Il dato è quasi il triplo rispetto a quello fatto registrare nei servizi (+1,8%) mentre per l’industria il segno è addirittura negativo (-0,5%) nel 2016. Questo è quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base del rapporto annuale 2017 dell’Istat presentato dal presidente Giorgio Alleva. Il ritorno alla terra è dovuto soprattutto anche alle nuove tecnologie che permettono dei metodi di coltivazione diversi rispetto a dieci o venti anni fa.

L’agricoltura – sottolinea la Coldiretti - si dimostra essere un settore anticiclico tanto da essere cresciuta anche durante gli anni della crisi mettendo a segno un aumento del 3,5% dal 2008 al 2016 a fronte di un crollo del 13,6% dell’industria. A favorire la crescita dell’occupazione è infatti anche il fenomeno del ritorno alla terra di molti giovani. Sempre secondo un’analisi Coldiretti quasi una impresa condotta da giovani su dieci in Italia opera in agricoltura (8,4%) dove sono presenti ben 51.123 aziende guidate da under 35, in crescita del 2016 del 6% rispetto all’anno precedente"

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX 113 3 puntata SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact