Tag Titolo Abstract Articolo
Il caso
Palermo, Foro Italico dopo il concerto: un grosso lavoro per rimettere tutto a posto
04/07/2017 11:54:00
Tutto il prato da Porta dei Greci fin'oltre il perimetro dove è stato installato il palco porta segni importanti di deturpamento

 

di Paolino Canzoneri

 
PALERMO – A pochi giorni dal mega concerto del Foro Italico, evento che ha visto sul palco un susseguirsi di grandi artisti della musica italiana e internazionale nonchè qualche inatteso e bizzarro imprevisto, il capoluogo siciliano si è risvegliato con l'incombenza di dover smontare accuratamente il comparto strutturale del gigantesco palco, area backstage e molto altro. Gli operatori della Reset e Rap per tutto il fine settimana si sono occupate e si stanno ancora occupando della pulizia della vastissima area raccogliendo tonnellate di rifiuti lasciati dagli oltre 42mila spettatori che hanno reso speciale e storica la serata. Tutto il prato da Porta dei Greci fin'oltre il perimetro dove è stato installato il palco porta segni importanti di erosione, depturpamento e buche che necessitano ovviamente di un piano di ristrutturazione particolarmente efficace che possa consentire al manto del prato di godere di buona salute come è giusto che sia. Il dirigente del settore comunale Domenico Musacchia conviene con l'esigenza di rianimare l'erba del manto: "Non sappiamo con certezza lo stato del prato in questo momento ma appena termineranno le operazioni di smontaggio delle varie strutture vedremo meglio le condizioni e interverremo con attività di riqualificazione perchè l'erba ha subito un enorme stress in queste ore. Da circa 12 giorni, da quando hanno iniziato a preparare il Foro Italico per il concerto, non diamo acqua allo spazio verde. Controlleremo gli  impianti idrici sperando che gli irrigatori automatici non abbiano subito danni". Sembra che a peggiorare lo stato del manto non sia stata solamente la calca non indifferente degli spettatori del concerto ma da sempre la presenza assidua di ragazzi che giocano a pallone con scarpe inadatte per un prato delicato e le passeggiate continue della gente non portano certamente che ad una necessità di cura maggiore e continua. Quello che conforta è una precisa volontà dell'amministrazione di organizzare un piano di recupero da attuare non appena i lavori di smantellamento della struttura del concerto verranno ultimati. Questo sembra emergere all'indomani di un evidente e prevedibile impatto per una grande struttura già liberata dalle tonnellate di rifiuti (cocci di vetro, lattine e tant'altro), grazie all'impegno non indifferente degli operai che da domenica hanno compiuto un lavoro assiduo nelle zone dove era possibile ripulire senza intralciare le operazioni di smantellamento del palco e del backstage. Nei prossimi giorni l'opera di riqualificazione del Comune dovrebbe compiere i passi importanti per la ristrutturazione completa del Foro Italico. 
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX 113 3 puntata SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact