Tag Titolo Abstract Articolo
La rubrica
Candele di cera di soia: perché comprarle?
25/05/2017 10:08:00
Intervista a Martina Scalarini titolare della profumeria inEstasi di Oleggio

 

di Giusy Ercole 


È tempo d'estate e cosa c'è di più romantico di una cena a lume di candela sulla spiaggia? Le candele risalgono ad epoche remote sono il simbolo della fede, del mistero, della seduzione, ma anche una scelta eco-sostenibile, sono tanti gli eventi a lume di candela, ad esempio a Stromboli ogni anno si svolge un evento senza l'ausilio dell'elettricità ed è chiamato il festival del teatro eco logico, la sera l'illuminazione è data dal fuoco. Il fascino delle candele attrae chiunque, ma non esiste un solo tipo, ma anche a base di cera di soia e a parlarne è Martina Scalarini titolare della profumeria inEstasi di Oleggio dove vende anche le candele fatte a cupakes molto belle.


Martina perché le persone dovrebbero comprare le candele in cera di soia?

La scelta di utilizzare cera di soia piuttosto che la tradizionale cera di paraffina che domina il mercato delle candele, è alla base di tutto il mio pensiero. Ho preferito una risorsa rinnovabile, sostenibile più gentile per il nostro pianeta e per avere meno impatto sui nostri ambienti. Questa cera non tossica non è solo biodegradabile, ma genera una candela che brucia ben più a lungo, più lentamente ad una temperatura inferiore rispetto alla paraffina. Inoltre non lascia quella fuliggine nera che emana una normale candela, consentendo di avere non solo aria più pulita, ma anche pareti ad altre superfici più puliti. Non si respirano fumi tossici, è eco-sostenibile, un prodotto naturale. Le candele cupcake hanno un'alta concentrazione di oli essenziali che garantisce la persistenza della fragranza fino all'ultimo grammo di cera. La fragranza si diffonde anche quando è spenta.
 

Com'è nata l'idea?
L'idea delle candele è nata da ricerche su internet, avevo visto dei saponi fatti a cupakes, da lì mi è venuta l'idea, quindi io e mia mamma ci siamo messe a sperimentare e a iniziare a conoscere la cera di soia. La prima "infornata" di cupakes comprendeva 20 candeline come test per vedere se piacevano ai clienti, in due giorni le abbiamo vendute tutte, sono piaciute molte, ed è stato bellissimo vedere l'espressione delle clienti entusiaste quando spiegavo loro il prodotto. L'unico difetto la cera tende a espandersi quindi è consigliabile un contenitore dai bordi alti. 

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX 113 3 puntata SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact