Tag Titolo Abstract Articolo
La recensione
Lego City Undercover, il grande ritorno
18/04/2017 19:38:00
A quattro anni dal lancio su WiiU, l'agente Chase Mc Cain torna su Pc, Xbox One, Ps4 e Switch

 

di Francesco Pellegrino Lise


Nell’ormai lontano Marzo 2013: Nintendo lanciò la sua WiiU. In questo mese inoltre, fu rilasciata una delle poche esclusive esterne della console: Lego City Undercover. Il titolo, ben recepito dalla critica, è passato piuttosto in sordina, probabilmente anche a causa della sorte non proprio fortunatissima della console del colosso nipponico. Adesso, a quattro anni di distanza, il gioco, ovviamente non più esclusiva, è stato riproposto su Nintendo Switch, PS4, Xbox One e PC, e come quasi tutti i videogame targati Lego, il titolo in questione è un vero e proprio spasso. Il nuovo titolo di TT Games e Warner Bros. trasporta dunque i giocatori all'interno della vasta Lego City, ovvero la città composta da tutte le classiche costruzioni, abitata dagli storici omini gialli e percorsa dai mezzi che quasi tutti conoscono nelle loro versioni giocattolo. Dentro a questa ampia ambientazione strutturata come un vasto sandbox il giocatore vestirà i panni di un poliziotto di nome Chase McCain, disposto a tutto pur di dar la caccia ai criminali e che sarà catapultato in un turbine di avventure incredibili. Come di consueto nei prodotti targati Lego, il software ironizza e ridicolizza i canoni stilistici di ogni detective story che si rispeti, ricollegandosi, piuttosto, a fortunate serie comiche come Scuola di Polizia e Una Pallottola Spuntata, mettendo in scena comprimari goffi, un capo della polizia burbero e isterico al punto giusto, una love story che più che sul romanticismo, poggia su equivoci e simpatici siparietti. In questo porting per PlayStation 4, Nintendo Switch, PC e Xbox One, nulla è stato aggiunto o sottratto dal punto di vista narrativo. Chi ha già avuto modo di completare l'avventura su Wii U, difatti, saprà sin dall'inizio come procederà e si concluderà l'indagine di Chase McCain. Nemmeno dal punto di vista contenutistico, tuttavia, si segnalano modifiche o aggiunte. Escludendo l'ovvia assenza del Game Pad di Wii U, comodo all'epoca per visualizzare la mappa e richiamare al volo alcune funzioni, il titolo non ha subito alcun taglio, risultando persino più convincente sotto il profilo grafico, nonostante tempi di caricamento insospettabilmente prolungati e qualche magagna tecnica, come bug di ogni genere e frequenti casi di pop-up, che rovinano, ma solo in parte, l'esperienza di gioco.

 

 

Per quanto riguarda la giocabilità, essa non si discosta dalla formula classica che ha decretato il successo della serie Lego nel corso delle diverse generazioni di console. Si tratta, come al solito, di risolvere semplicissimi enigmi ambientali: a volte distruggendo e ricostruendo alcune strutture dello scenario, altre combattere sparuti gruppi di nemici, fino a scovare un numero sterminato di collezionabili, tra cui monete e pezzi lego con cui sbloccare e ottenere bonus di ogni genere. Inoltre è possibile sfruttare le abilità uniche che otterrà l’agente Chase grazie ai moltissimi abiti che potrà indossare in qualsiasi momento che gli permetteranno di affrontare diverse situazioni di gioco. Nonostante nelle missioni manchi la varietà di un free roaming vero e proprio, nonostante l'interazione con la città e le sue strutture sia tutto sommato limitata, Lego City Undercover riesce a tenere incollate le persone allo schermo, facendole entrare in un tunnel di assuefazione fatto di farming di monete, strutture da distruggere per ottenere nuovi pezzi, brevi missioni in cui abbattere ogni nemico a suon di manate gialle. La presenza di una mappa di discrete dimensioni liberamente esplorabile, inoltre, rende il tutto più eccitante ed appassionante. Proprio le dimensioni di questa, invogliano i giocatori a ficcare il naso ovunque a caccia di segreti e bonus soprattutto se si è soliti completare i videogames al 100 per 100. L'unica vera novità introdotta da questo porting è il comparto cooperativo che riesce nell'impresa di rendere la produzione ancora più divertente. Graficamente parlando, il gioco è stato ovviamente tirato a lucido e appare ora più consono agli standard di PC, PlayStation 4, Switch e Xbox One anche se la distanza dalla sua versione originale non è abissale. La risoluzione è stata portata a 1080p e l'arricchimento di elementi sullo schermo è visibile con un incremento generale dei dettagli e inquadrature di più ampio respiro che restituiscono un'immagine più vivace e movimentata di LEGO City. Il lavoro svolto per rendere attuale un gioco di quattro anni fa uscito su una console dalle caratteristiche più basse è visibile e Lego City Undercover risulta perfettamente godibile in queste nuove versioni, ma essendo rivenduto praticamente a prezzo pieno sarebbe stato apprezzabile un impegno aggiuntivo, volto magari alla soluzione di un paio di problemi che affliggevano già l'originale tra fluidità e tempi di caricamento. Ridotti, ma comunque ancora sensibilmente presenti, anche i lunghi caricamenti nei passaggi da esterni a interni e viceversa, anche se nel vasto sandbox all'aperto il gioco scorre senza interruzioni. Ottima la localizzazione in italiano, sia per quanto riguarda i testi che i dialoghi, particolare da tenere in considerazione visto che non tutti i giochi Lego ne sono provvisti. Tirando le somme: Undercover, nonostante l’età rappresenta uno dei migliori titoli del Brand. Naturalmente se si è già giocato alla versione originale non va presa in considerazione l’idea di acquistarlo a prezzo pieno, ma laddove invece non si siano mai vestiti i panni dell’agente McCain, allora la situazione è diversa e il titolo merita di essere spolpato fino all’osso.



GIUDIZIO GLOBALE:


Grafica: 8
Sonoro: 8,5
Longevità: 8,5
Gameplay: 8,5


VOTO FINALE: 8,5

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX 113 3 puntata SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact