Tag Titolo Abstract Articolo
Il caso
Pm di Milano ucciso, i legali dei figli: "Processo da rifare"
27/11/2016 09:51:00
L'accusa chiede la liberazione dell'imputato. L'inutilizzabilità degli atti all'origine.

Redazione

MILANO - E' "affetto da irreparabile vizio procedurale" il processo in corso a Milano a Rocco Schirripa presunto esecutore materiale dell'omicidio del procuratore di Torino Bruno Caccia, ucciso il 26 giugno del 1983 e il pm di Milano, sulla scorta di questo, ha chiesto la revoca della misura di custodia cautelare in carcere per Schirripa.
L'inutilizzabilità degli atti - spiega il legale dei figli del magistrato, Fabio Repici - deriva dalla mancata richiesta di riapertura delle indagini a suo carico che erano state archiviate nel 2001. La "ferale conseguenza" dell'errore, per il legale, è "l'assoluta inutilizzabilità di ogni atto d'indagine e processuale compiuto nei confronti dell'imputato Schirripa". "Per questo - aggiunge - il pubblico ministero ha avanzato richiesta di scarcerazione". "Apprendiamo la notizia con sconcerto incredibile", scrive il legale.

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX 113 3 puntata SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact