Tag Titolo Abstract Articolo
La recensione
StarCraft Remastered, il ritorno del capolavoro di Blizzard
20/08/2017 14:03:00
Una splendida edizione rimasterizzata del grande classico del 1998 che comprende titolo originale ed espansione

 

di Francesco Pellegrino Lise

 

StarCraft è un nome che per tutti gli amanti di videogames risuona come una leggenda, un sinonimo di battaglie punta e clicca in tempo reale veramente inimitabile, un titolo che ha fatto la storia del genere. Bene, proprio per celebrare tale magnificenza, Blizzard ha deciso di fare un grande regalo a tutti i fan di vecchia data, ma anche a tutte quelle nuove generazioni di gamers che per via della giovane età non hanno potuto godere della bellezza di questo gioco lanciando a un prezzo davvero straordinario StarCraft remastered, ossia un’edizione completamente rimessa a nuovo del grande classico per pc del 1998. Oggi, 19 anni dopo la sua uscita, viene quindi proposto un viaggio indietro nel tempo. L'obiettivo che Blizzard si è proposta con il ritorno di questo immenso videogame è infatti rispolverare un grande capolavoro degli anni ’90 ringiovanendolo con un comparto tecnico in grado di garantire agli appassionati un prodotto che abbia il fascino e la grande giocabilità del passato, senza far avvertire troppo il peso degli anni trascorsi. Se vi state chiedendo: perché proprio StarCraft? Bene, la risposta è semplice, questo titolo non è solo un eSport, ma rappresenta anche a tutti gli effetti un racconto epico che ha accompagnato la crescita di migliaia di appassionati per oltre 20 anni, riuscendo a creare un vero e proprio universo vivo e pulsante sul quale sono stati scritti romanzi e sono stati prodotti avvincenti cortometraggi. Con questa edizione rinnovata del grande classico, quindi, si chiude quindi un cerchio che magari un giorno porterà a riaprirne uno totalmente nuovo. E’ bene sottolineare che il gioco è commercializzato solo in versione digitale, all’ottimo prezzo di 14,99 euro, mentre la versione fisica, con favolosi gadget annessi, è al momento acquistabile solo in Corea del Sud. E’ bene sottolineare che il titolo non offre niente di più e niente di nuovo rispetto alla versione originale e, come già detto, le principali novità riguardano il solo comparto tecnico, ma sia che lo abbiate spolpato a dovere negli anni passati, sia che non lo abbiate mai giocato, il nostro consiglio è quello di acquistarlo perché ne vale davvero la pena. Il pacchetto, offrendo sia la campagna originale, sia l’avvincente espansione Brood War, garantisce una longevità non indifferente e di certo superiore alla media del genere. Per quanto riguarda il multiplayer, questo ovviamente è basato su un semplice concetto: la competitività. Chiunque si voglia quindi avvicinare a questo contesto deve armarsi prima di tutto di pazienza e voglia di apprendere, dato che le ore che si dovranno passare davanti al computer per migliorare e affinare la propria tecnica per poter competere a livelli alti saranno davvero molte.

 

 

Per chi non lo sapesse, la trama di StarCraft è una delle più appassionanti mai create per uno strategico in tempo reale, con dei personaggi fortemente carismatici e una storyline ricca di colpi di scena. Le missioni sono numerosissime, estremamente cinematografiche e, grazie anche ad un sistema di difficoltà molto equilibrato, anche chi non ha dimestichezza con questa tipologia di gioco non dovrebbe trovare difficoltà a godersi tutta la storia senza dover affrontare momenti di estrema frustrazione. Per chi non avesse mai giocato a questo titolo, è bene spiegare che la campagna è suddivisa in tre grandi filoni, tutti estremamente intrecciati tra di loro, ognuno dei quali è legato a una razza differente. Si parte con i Terran per poi passare agli Zerg ed infine ai Protoss. Ogni razza ha le sue caratteristiche specifiche e le proprie meccaniche, il che è uno degli aspetti che ha permesso a StarCraft di raggiungere il meritato successo, garantendo una grandissima varietà alla campagna. Per quanto riguarda la giocabilità,Il menù principale, una volta lanciato il gioco, dà la possibilità di scegliere tra giocatore singolo e multigiocatore. Scegliendo la prima opzione si potrà rivivere la campagna originale oppure quella proposta dall’espansione Brood War, un'esperienza che qualunque giocatore di StarCraft dovrebbe assolutamente provare prima di cimentarsi nelle battaglie online. Per quello che concerne il menù principale del comparto multiplayer, esso è il classico Battle.net, notizia che farà la felicità dei videogiocatori nostalgici e più accaniti. Anche giocando online verrà chiesto di scegliere tra le unità tipiche del gioco originale oppure quelle presenti in Brood War e successivamente la fazione da controllare sul campo di battaglia. Si potrà anche selezionare che tipo di partita affrontare scegliendo tra una semplice amichevole oppure una partita classificata, da soli o in compagnia di altri tre giocatori, per delle sfide quattro contro quattro di dimensioni davvero imponenti. Il sistema di gioco, come per tutti i videogames di strategia in tempo reale, è estremamente frenetico e bisogna sempre porre molta attenzione a tutto quello che si fa se si vuole vincere. Tutto è incentrato sulla velocità dei giocatori e sull'abilità nel coordinare mouse e tastiera contemporaneamente mentre si costruisce, si pianifica e si combatte. Specialmente per quanto riguarda i veterani di StarCraft II, il ritorno alle meccaniche originali, con l'impossibilità di non poter selezionare più di 12 unità contemporaneamente, potrebbe essere difficile da digerire fin da subito, ma sicuramente aggiunge quel pizzico di sfida in più che i veri gamers sapranno apprezzare. Per quanto riguarda il comparto tecnico, Blizzard ha il merito di aver svolto un lavoro squisito, attento ai particolari ed estremamente curato. Il titolo può girare fino a 4K e garantisce un'attenzione al dettaglio per la quale chiedere di più sarebbe stato davvero molto difficile, sempre tenendo in considerazione che si sta parlando di un software sviluppato 19 anni fa. Per quanto riguarda il comparto audio, la colonna sonora è rimasta la stessa di un tempo, proprio per questo c’è la possibilità di selezionare l'audio originale con le musiche e i doppiatori che hanno fatto la storia del primo StarCraft o impostare quelle rimasterizzate. Stessa flessibilità viene concessa per quanto riguarda l'aspetto grafico, è possibile infatti passare in qualsiasi momento dalla versione aggiornata del gioco a quella originale, così che si possa apprezzare ancora di più il lavoro svolto dai programmatori Blizzard con quest'opera di restyling, ma soprattutto ci si possa render davvero conto di come ci si divertiva a giocare quasi un ventennio fa. Tirando le somme, con questo StarCraft Remastered, Blizzard ha regalato un vero e proprio sogno a tutti gli amanti di questa spettacolare saga. Puntando sui ricordi di chi lo ha già giocato e investendo sulle nuove generazioni di giocatori che si avvicineranno a questo titolo Blizzard ha compiuto a nostro avviso un’operazione commerciale molto intelligente, estremamente curata e soprattutto ha dimostrato di tenere veramente ai propri fan.



GIUDIZIO GLOBALE:


GRAFICA: 8
SONORO: 9
GAMEPLAY: 9
LONGEVITA’: 9,5


VOTO FINALE: 9

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX 113 3 puntata SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact